Contattaci subito per una consulenza gratuita
Cinque ore in ambulanza e poi la morte

Cinque ore in ambulanza e poi la morte

Tragico il destino di G., 54enne che nel maggio del 2022 è stata portata in ospedale, ma purtroppo, senza lieto fine. Durante l’autopsia, è stato scoperto un piccolo coltello nell’intestino della donna, un elemento che ha portato all’apertura di un’inchiesta per omicidio colposo, coinvolgendo due operatori sanitari dell’ospedale.

L’autopsia ha rivelato che la morte è stata causata da una peritonite, derivante dal coltellino rinvenuto nell’addome. Tuttavia, rimangono molti interrogativi sulla sua presenza nell’intestino e in quale circostanza possa essere stato ingerito. È anche possibile che il ritardo nell’intervento dei sanitari abbia contribuito al suo decesso.

Il magistrato responsabile dell’inchiesta ritiene che il comportamento dei medici abbia giocato un ruolo nel causare la morte della donna. Secondo l’avvocato della famiglia, una semplice radiografia avrebbe potuto individuare il coltello e rimuoverlo in tempo, ma la signora è stata lasciata in agonia con una saturazione dell’ossigeno al minimo.

Resta ancora aperto il tema del risarcimento che andrà corrisposto alla famiglia della vittima.

Contattaci, faremo gratuitamente
una valutazione del tuo caso.

Ti sosteniamo umanamente, economicamente e scegliamo, per te, i migliori esperti esistenti
sul mercato per darti il massimo risarcimento nel minor tempo possibile.

Contattaci, non vediamo l’ora di
conoscere tuo caso.

© 2024 Prontodanno.it Srl - P.I. 04424010983 - Privacy Policy - Cookie Policy - *Disclaimer "24 ore / Generale" Preferenze Cookie